Snoezelen Room

L’elemento chiave della terapia multisensoriale sono le Snoezelen Room. Oggi ne tratteremo i principi e il funzionamento cercando di analizzare tutti i suoi aspetti.

I principi dello Snoezelen

Lo Snoezelen nacque originariamente per la cura di persone con difficoltà di apprendimento, ma il suo uso sta diventando sempre più popolare anche per trattare gli anziani con demenza (K. W. Hope; 1997).
Baker (2001) elenca nel suo articolo tre principi costituenti la MSS:

  • Una stimolazione visiva, uditiva, tattile e olfattiva viene offerta ai pazienti spesso in una stanza o in un ambiente appositamente progettati, usando diversi tipi di luci, musiche stimolanti, aromi e oggetti tattili;
  • Lo staff lavora in un rapporto uno ad uno con gli individui, adottando un approccio non-direttivo e stimolante, nel quale i bisogni del paziente vengono messi in primo piano. I soggetti vengono incoraggiati a sperimentare gli stimoli sensoriali che hanno a disposizione;
  • Gli stimoli utilizzati non sono obbligatoriamente sequenziali o strutturati, ma possono essere sperimentati momento dopo momento senza dover ricorrere alla memoria a breve termine; essi richiedono poche abilità attenzionali e intellettuali nei pazienti con demenza.
Ambiente plurisensoriale (snoezelen room)

Snoezelen room

Nel 2007 AdVerheul definisce la Snoezelen Room come un ambiente specialmente progettato dove il benessere deve essere prodotto da stimoli multisensoriali controllabili.
La stanza sensoriale è uno spazio neutro, dove svariate sono le possibilità di azione da parte del terapeuta, il cui scopo principale è quello di incoraggiare la libera scelta del paziente (ove possibile) per favorire una maggior fiducia in se stessi e ottenere il massimo beneficio dagli stimoli selezionati. L’ambiente sensoriale in questo senso si presenta molto versatile, in quanto a seconda delle esigenze di trattamento può essere adattato per attivare o rilassare un soggetto, permettendo di fornire anche solo uno stimolo sensoriale per volta, o più stimolazioni contemporaneamente. Oggi, in Olanda e in molti altri paesi, è un’attività riconosciuta di rilassamento e di terapia per persone con disabilità psichiche e con demenza.

snoezelen room multisensoriale
La foto di una snoezelen room

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.