Snoezelen: effetti e studi scientifici

Dopo aver analizzato la storia dello Snoezelen in dettaglio passiamo ora a osservare alcuni degli effetti dello Snoezelen.

Parleremo degli studi scientifici e dei risultati che questa terapia ha portato e potrebbe portare. Parleremo anche di come possa essere possibile ottenere dati più certi da suddetti studi e dei relativi limiti.

effetti snoezelen

Studi scientifici

Alcuni studi scientifici hanno evidenziato che la Snoezelen può avere un effetto positivo sull’umore e può aumentare l’interesse e attenzione delle persone con demenza per l’ambiente circostante (Moffat et al., 1993; Spaull et al., 1998;Baker et al., 2001), promuovere una comunicazione adeguata (Baker et al., 2001), migliorare il benessere (Sansomet al., 2002ridurre la frequenza dei comportmenti difficli e disturbanti a livello dell’interazione sociale (Kragt et al., 1997; Spaull et al., 1998; Johnstone and Finnegan, 2000;McDonald, 2002). D’altro canto solo pochi studi hanno utilizzato gruppi di controllo (Pinkney, 1997; Baker et al., 2001;McDonald, 2002; Sansom et al., 2002) e solo uno con una condizione di controllo adeguata e con un numero di soggetti utile (Bakeret al., 2001).

Limiti degli studi sugli effetti dello Snoezelen

Da questo esame della letteratura sull’uso della Snozelen Room per la riduzione di alcuni disturbi psicologici e comportamentali nella demenza sono emersi alcuni limiti:

  1. Scarsa qualità degli studi dal punto di vista metodologico nell’assegnazione dei soggetti ai gruppi, nei gruppi di confronto, nell’uso di strumenti di valutazione sensibili al cambiamento, nella numerosità dei soggetti e delle osservazioni. I risultati disponibili ad ora sottolineano la necessità di realizzare studi maggiormente curati per verificare l’efficacia.
  2. L’attesa rispetto all’utilità della Snoezelen Room riguarda:
    a- riduzioni di alcuni BPSD;
    b- durata post intervento del beneficio sui disturbi comportamentali trattati;
    c- struttura e modalità dell’intervento;
    d- trasferibilità della conoscenza;
    e- utilità dell’uso della Snoezelen Room all’interno delle strutture dedicate alla cura di persone con demenza rispetto a strutture non dedicate.

Gli effetti dello Snoezelen

In particolare, le evidenze attuali riportano come effetto possibile della stimolazione in Snoezelen Room quello di creare condizioni di rilassamento e benessere nella persona. Pertanto si ipotizza di impiegare tale metodologia di intervento come strategia di gestione dei disturbi comportamentali quali l’aggressività, l’affaccendamento, il wandering, il disturbo del comportamento alimentare non altrimenti trattabili con terapie farmacologiche oppure altre strategie psico-sociali ed assistenziali specifiche per la demenza. L’effetto del trattamento Snoezelen si ritiene abbia dei notevoli benefici a breve termine (ma non solo): ovvero, al termine della sessione di trattamento e nei 30 minuti successivi l’uscita dalla SR, si ipotizza una riduzione della frequenza e della gravità dei sintomi comportamentali manifestati prima dell’ingresso in SR.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.